San Severo ( Fg ) : I riti della Settimana Santa

 

Sono iniziati ieri a San Severo ( Fg )

i riti della Settimana Santa, che culmineranno nelle giornate di Giovedì e Venerdì Santo, per poi concludersi con la Domenica di Pasqua, il 27 Marzo.

Già durante tutto il periodo Quaresimale, alcune parrocchie, hanno celebrato il rito della Via Crucis con processioni e rappresentazioni della Passione, aggiungendosi ai già noti e numerosi eventi cittadini.

Nella serata di ieri l’Arciconfraternita Orazione e Morte di Nostro Signore Gesù Cristo, ha riproposto l’evento “ Le Musiche della Passione ” a cura dell’Orchestra di Fiati “ Città di San Severo ”, mentre oggi, Mercoledì 23 Marzo, sempre nella chiesa di Santa Maria della Pietà, si celebrerà l’Ufficio delle Tenebre, antico rituale che rievoca i momenti salienti della Passione.

Contemporaneamente, nella rettoria di Santa Lucia, la Confraternita del SS. Sacramento, organizza un concerto meditativo dal titolo “ Note sulla Via della Croce ”, dove verranno eseguite alcune tra le più famose marce funebri, dal complesso bandistico “ San Severo Symphonic Band ”.

Il Giovedì Santo, la cittadina entra nel vivo delle celebrazioni con la tradizionale visita ai sepolcri e la veglia di preghiera notturna nella chiesa della Santissima Trinità, sede dell’Arciconfraternita del Rosario e della statua di Gesù flagellato alla Colonna, la quale muoverà in processione all’ alba del Venerdì Santo, verso la Chiesa della Libera e successivamente verso Piazza Castello dove si congiungerà al simulacro della Beata Vergine Addolorata, custodito nella Chiesa della Pietà.  

La straziante corsa dei due simulacri, l’uno verso l’altro, rappresenta il momento, della Settimana Santa, più importante per la cittadina di San Severo.

Seguirà un processione con le due statue portate a spalla dalle rispettive Confraternite e divise da una grande e pesante Croce Nera, trasportata dall’Arciconfraternita di Maria SS. Del Soccorso.

La sera del Venerdì Santo è la volta della Confraternita del SS. Sacramento con la processione di Gesù Morto e Maria SS. Addolorata, simulacri conservati nella rettoria di Santa Lucia, sede della Confraternita.

Mentre la processione percorre le vie cittadine, nella Chiesa della Pietà si procede con il rito dell’Ora della Desolata, un baciamano in segno di condoglianza all’Addolorata, mentre a conclusione della processione in Santa Lucia viene allestita la Sacra Deposizione.

Finiscono così i riti della Settimana Santa sanseverese, fra tradizioni perdute ed eventi in via di sviluppo e ci si prepara alla Pasqua ed i suoi tipici prodotti enogastronomici.

Per molti anni il tradizionali “ Incontro ” è stato oggetto di documentari televisivi, entrando a far parte anche della classifica delle tradizioni della Settimana Santa più belle in Italia e in Puglia.

 

Attualmente di questa tradizione non se ne parla neanche nel sito web regionale, preposto alla valorizzazione turistica dei Riti della Passione in Puglia.